Wing Chun Kung Fu Caserta - GRUPPO SANDAIl corso di SanDa, rivolto ad uomini e donne a partire dai 16 anni, offre una preparazione completa nel combattimento e l’opportunità di partecipare alle competizioni sportive nazionali come parte del Team SanDa Caserta!
Il SanDa è la tecnica di “combattimento libero” del Kung Fu, utilizza colpi di braccia e di gamba, proiezioni e atterramenti.

I combattimenti tra praticanti di Kung Fu hanno una lunga storia in Cina, sono stati indicati negli anni con nomi diversi ma il più conosciuto oggi è leitai  (Combattere sul Ring). Il SanDa invece, come sport da competizione moderno, ha una storia relativamente breve essendo stato definitivamente codificato nel 1982.

Le Competizioni

Le competizioni di sanda vengono generalmente svolte su di una pedana rialzata chiamata appunto leitai. Il regolamento internazionale ed italiano prevede l’utilizzo di protezioni quali caschetto, corpetto, guantoni da 10 once, conchiglia, paradenti e paratibie. Durante gli incontri sono permessi i colpi di pugno, di calcio e le proiezioni a terra ma non sono consentiti colpi con il gomito, il ginocchio, gli strangolamenti e le leve articolari.

È possibile battere l’avversario buttandolo fuori dalla pedana di gara ed è permesso il corpo a corpo solo per 3 secondi, se nessuno dei due riesce a finalizzare o a liberarsi dall’avversario, l’arbitro interrompe la fase di clinch.

Durante gli allenamenti con il Team Sanda Caserta è possibile imparare tutte le tecniche caratteristiche di questo sport da combattimento, con allenamenti al sacco, ai colpitori, ai pao ed ovviamente facendo sparring con i compagni di allenamento. Il percorso è graduale, avvicinando il praticante al combattimento con il progredire della prestazione atletica. Punto fondamentale del SiFu Schioppa è sempre quello di preservare l’allievo da eventuali infortuni.

Il SanDa prevede l’utilizzo delle seguenti tecniche:

– Posizione di guardia alta, come nella boxe;

– Tecniche di passo (Bu Fa);

– Tecniche di pugno (Quan Fa) con diretti, ganci, montanti e altri tipi di pugno come ad esempio il pugno girato;

– Tecniche di calcio (Tui Fa) con circolari, laterali, frontali e girati;

– Tecniche di Proiezione e lotta corpo a corpo (Shuai Fa) che differenziano il SanDa da altri sport da combattimento per efficacia e spettacolarità!

Quest’ultima caratteristica rende il SanDa una disciplina tra le più complete sul piano tecnico, consentendo di sfruttare tutti i colpi dell’avversario per finalizzarne l’atterramento. Le proiezioni si possono portare con prese sui colpi di pugno, di calcio, al corpo, ecc. Generalmente gli incontri prevedono 3 round e le riprese durano 2 minuti con un intervallo di 1 minuto tra un round e l’altro.

Il Sanda non è solo uno sport da combattimento ma va considerato e studiato come un metodo per migliorare se stessi, rinforzando il corpo e la mente, grazie ad un allenamento completo sia dal punto di vista tecnico che fisico.

Le competizioni di SanDa si dividono principalmente in tre tipologie:

Light Sanda (Qinda)

Presenta tutte le caratteristiche elencate fin’ora ma riduce al minimo i rischi per i praticanti, prevedendo un combattimento molto tecnico dove i colpi vengono portati con controllo e senza imprimere potenza. Sono sempre obbligatorie tutte le protezioni previste dal regolamento. Il light SanDa è il punto di partenza per tutti gli atleti che desiderano diventare ottimi combattenti e praticare gli SDC a livello agonistico.

Sanda dilettantistico

A differenza del light SanDa, in queste gare partecipano atleti più esperti, ed i combattimenti prevedono il KO.

Sanda professionistico

Nel SanDa professionistico le protezioni vengono ridotte ai soli guantoni, paradenti e conchiglia, sono ammesse le tecniche di ginocchio e gli incontri si svolgono principalmente in circuiti internazionali come il Sanda Wang in Cina, il Kung Fu Extreme, il K1-Sanshou Rules.